Efficienza Energetica negli Edifici.

Nov

19

Efficienza Energetica negli Edifici.

Partecipa alla consultazione pubblica sull’efficienza energetica immobiliare

Ministero dello Sviluppo economico e Ministero dell’Ambiente lanciano una consultazione pubblica sulla strategia nazionale per la riqualificazione energetica degli edifici e  per l’incremento degli edifici a energia quasi zero

Sono 550 miliardi di dollari  con 870 milioni di tonnellate di emissioni di anidride carbonica evitate , secondo il Rapporto IEA 2015, risparmiati nel mondo nel 2015  grazie all’efficienza energetica in edilizia, a fronte di  300 miliardi di dollari di investimenti in efficienza e nuove soluzioni green buildings e clean energy.

L’efficienza energetica è tra gli obiettivi di crescita e sviluppo sostenibile uno dei più  importanti per il Paese, visto che gli  edifici rappresentano circa il 40% del fabbisogno energetico del Paese.In Italia il patrimonio immobiliare ammonta a 31 milioni di abitazioni, di cui 12 milioni sono di tipologia residenziale. Il patrimonio residenziale ,inoltre, è stimato essere per oltre il 60%  in classe energetica G.

E su questi risultati,  a due settimane dall’inizio della Conferenza sul clima di Parigi (XXI Conferenza delle Parti, COP21), il Ministero dello Sviluppo economico e il Ministero dell’Ambiente hanno lanciato venerdì scorso la consultazione pubblica sulla Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale (Strepin) e sul Il Piano d’azione nazionale per l’incremento degli edifici a energia quasi zero – near zero energy building (Panzeb).

Fino al 4 dicembre si potrà partecipare alla consultazione e dire la propria sui due Piani nazionali Strepin e Panzeb inviando il proprio contributi  all’indirizzo strepin@mise.gov.it

STREPIN e PANZEB: due acronimi da tenere d’occhio dal momento che a loro è affidato il futuro dell’efficienza energetica in edilizia.

in primo, la Strategia per la riqualificazione energetica del parco immobiliare nazionale (STREPIN) stima il risparmio di energia atteso al 2020 nel settore civile grazie alle misure di promozione dell’efficienza energetica già attivate. Valuta, inoltre, il potenziale di riduzione dei consumi ottenibile con il potenziamento dei meccanismi di supporto in un’ottica cost-effective.

Il secondo, il Piano d’azione nazionale per l’incremento degli edifici a energia quasi zero (PANZEB) chiarisce il significato di NZEB (Near Zero Energy Building – Edificio a energia quasi zero) e ne valuta le prestazioni energetiche nelle differenti tipologie d’uso e zone climatiche. Stima quindi i sovra-costi necessari per la realizzazione di nuovi edifici NZEB o per la trasformazione in NZEB degli edifici esistenti, tracciando gli orientamenti e le linee di sviluppo nazionali per incrementare il loro numero tramite le misure di regolazione e di incentivazione disponibili.

Esprimi la tua opinione inviando fino al 4 dicembre  il tuo contributo inerente ai due Piani nazionali Strepin e Panzeb  all’indirizzo strepin@mise.gov.it

Add Comment